Accademie al femminile

Sarà perché ho sempre avuto più amicizie al femminile, sarà che vedo la capacità di lottare delle donne, sarà che vedo mia zia che supporta gli altri in un momento in cui dovrebbero essere gli altri a sostenere lei, sarà che le mie filosofe e poetesse più amate sono donne, insomma, questa mi sembra veramente una bella idea.

Non è la solita propaganda elettorale delle quote rosa, “acchiappavoti” e “acchiappaclik”.

Qui si tratta di tradurre l’esperienza delle donne in qualcosa di concreto.

Nascono le Accademie della Maestria femminile, un modo nuovo di intendere la formazione, con lo scopo di offrire esperienze e pratiche delle donne di tutto il mondo.

Le Accademie della Maestria femminile sono un progetto voluto dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e dalla Fondazione Scuola Alta Formazione Donne di Governo, in collaborazione con Aspasia di Mileto Associazione per la Consulenza Filosofica di Trasformazione.

Le Accademie della maestria femminile assumono la novità del protagonismo femminile non solo da un punto di vista numerico, ma anche qualitativo. Le Accademie propongono un percorso di formazione di volta in volta adattabile e flessibile a seconda del territorio e dei singoli contesti che ne chiederanno la realizzazione: dai soggetti pubblici e privati, alle istituzioni, alle aziende sanitarie, agli istituti scolastici, ai centri nevralgici della cultura, gruppi informali, imprese sociali.

La scelta del termine “Maestria” indica che la formazione, oltre a chiamare in causa le attività di pensiero e conoscenza, pone l’accento sulla pratica e il saper fare, laddove i saperi femminili hanno il loro peso.

Le Accademie saranno quindi luoghi di riferimento nazionali che si propongono di coordinare esperienze di formazione e di ricerca in ambiti in cui la sapienza e l’esperienza femminili sono decisive per il cambiamento.

Le Accademie offrono un percorso che è allo stesso tempo di trasformazione, ripensamento e approfondimento, ma anche di guida per tutti coloro che desiderano inserirsi in un contesto lavorativo per la prima volta, oppure semplicemente desiderano riconsiderare la propria esperienza dalle origini, evitando schemi già codificati e standardizzati, nella consapevolezza della propria differenza.

Le 10 Accademie saranno tutte ospitate negli spazi della Galleria Nazionale, che si pone quindi come riferimento in Italia per l’avvio di questo progetto, confermandosi come un luogo innovativo di ricerca e di formazione, in uno spirito di servizio e di accoglienza.

Tutte le Accademie proposte in questa sede saranno aperte gratuitamente a chiunque, dai 14 anni in su, voglia partecipare.

L’Open Day

La formazione proposta dalle Accademie della maestria femminile si articola in moduli tematici, alcuni dei quali verranno presentati il 30 gennaio presso la Galleria Nazionale dalle ore 15.00 fino alle ore 17.30.

In questa occasione sarà possibile partecipare ad un saggio di quella che sarà l’offerta formativa delle Accademie attraverso tre momenti di 30 minuti ciascuno, dedicati ad altrettante tematiche presentate nel programma. A seguire, si terrà una visita guidata nel Museo, quale sperimentazione itinerante dell’Accademia delle Arti.

15.00 – 15.30, Sandra Morano presenterà l’Accademia Le mediche

15.30 – 16.00, Letizia Paolozzi presenterà l’Accademia Del prendersi cura

16.00 – 16.30, Anna Maria Piussi presenterà l’Accademia Del fare scuola

16.30 – 18.00, Carla Subrizi presenterà l’Accademia Delle Arti con la visita guidata

Il tipo di percorso proposto dalle Accademie vuole produrre una trasformazione soggettiva per radicarsi nella propria differenza, attraverso lo studio e la discussione di testi, esperienze, pratiche, saperi e sapienze delle donne nella storia e nel presente, fino a costituire un laboratorio permanente di incontro e registrazione storica di esperienze e pratiche di donne di tutto il mondo.

La Galleria attiverà nel corso dei prossimi mesi le seguenti Accademie:

Del Fare Scuola
Del Mettere al Mondo
Del Prendersi Cura
Della Sessualità e del Discorso Amoroso
Delle Arti
Le Donne Pensano
Le Mediche
Delle Pratiche Politiche nelle Amministrazioni Locali
Della Spiritualità
Del Lavoro delle Donne

Biografie

Cristiana Collu, Direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea.
Annarosa Buttarelli è filosofa, autrice di numerosi saggi e componente della comunità filosofica Diotima. È ideatrice e coordinatrice del progetto delle Accademie della Maestria femminile.
Luana Zanella è presidente di Comitato Promotore di Scuola Alta Formazione Donne di Governo.
Nadia Lucchesi è insegnante di filosofia e autrice di saggi di teologia femminile.
Sandra Morano è specialista in Ostetricia e Ginecologia, ideatrice della prima casa di maternità intra-ospedaliera a Genova.
Letizia Paolozzi è giornalista, scrittrice e responsabile con Alberto Leiss, Bia Sarasini e Monica Luongo della rivista online DeA, www.donnealtri.it.
Anna Maria Piussi è stata docente di Pedagogia all’Università di Verona, componente della Comunità Diotima. È una delle ideatrici della Pedagogia della Differenza Sessuale.
Carla Subrizi insegna Storia dell’Arte Contemporanea alla Sapienza Università di Roma. È presidente della Fondazione Baruchello.
Tiziana Vettor è docente dell’Università degli studi di Milano-Bicocca presso il Dipartimento dei Sistemi giuridici, dove insegna Diritto del Lavoro.

Info
Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
viale delle Belle Arti, 131 – 00197 Roma

Accademie della Maestria femminile | Scuola di Alta Formazione Donne di Governo
accademie@scuolaperdonnedigoverno.it | accademie.maestria@gmail.com
Tel. 045 803 9092

 

Annunci

10 pensieri su “Accademie al femminile

  1. Carissimo poeta, prima di tutto ti chiedo di scusarmi per la mia momentanea assenza, ma ho dovuto subire un intervento che non potevo più rinviare.
    In questo periodo vi sono stati alcuni cambiamenti, ma questo rappresenta lo scorrere della vita.
    D’altra parte, ogni anno brindo al nuovo anno con queste parole:”Che sia un anno pieno di musica”
    E, come ben sai, la musica rappresenta un mondo di emozioni, di verità, di lotta e di passione.
    E oggi, mentre ascolto i miei amati notturni di Chopin, riprendo l’intima complicità con la vita quotidiana.
    Le tue parole, come sempre, sono un elisir di lunga vita!
    Questa iniziativa rende onore alle donne, a chi rende omaggio alla vita con l’impeto della battaglia.
    Sai….mentre aspettavo che nell’arco di dieci minuti, mi avrebbero portato in sala operatoria, pensavo alla grande testimonianza di vita nel racconto di donne che fuggono dalla guerra, dall’assurda miseria, e s’inoltrano in un viaggio che spesso conduce alla morte.
    POI…mi ha accompagnato la grande felicità di essere donna, nel compimento della vera musica
    Un grazie infinito
    Ti chiedo solo, se quest’iniziativa è rivolta anche in altri lughi
    Un caro saluto
    Adriana

    Piace a 1 persona

    • Carissima Adriana, è sempre un immenso piacere avere tue notizie. Spero di cuore che il tuo intervento sia andata al meglio e che tu stia davvero bene. Ti ringrazio semrpe della profondità delle tue parole che rendono onore al mio “cammino”, al mio viaggio in parole e pensieri. Per quanto riguarda l’iniziativa, per ora, verrà presentata a Roma. Ti farò sapere con piacere, informandomi presso i contatti di riferimento che ho, se è prevista anche in altre città. Sarebbe una bella occasione anche per incontrarci e conoscerci di persona. Un grande abbraccio e grazie sempre della tua preziosa attenzione

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.