Arte e fotografia nelle immagini di Piergiorgio Branzi

Che la fotografia sia una delle passioni con cui “esperisco” il mondo non è una novità.

Quando poi le immagini appartengono alla dimensione di un reale trasognato dove la vita stessa, nella sua essenzialità, appare quella di un sogno dagli sfumati contorni, beh, mi piace ancora di più.

Nel sito http://www.scrittoreinviaggio.com di cui vi riporto il link all’articolo https://www.scrittoreinviaggio.com/la-fotografia-di-piergiorgio-branzi/
vi racconto della fotografia di Piergiorgio Branzi e della sua attività di fotoreporter.

Gli scatti di questo fotogiornalista, in particolar modo quando racconta il Sud, mi ricordano i quadri di Hopper, di una desolata, scarna e solitaria eleganza.

Come nella fiction Braccialetti rossi.  C’è l’atmosfera del tempo sospeso, l’attesa del bambino che giace nel sonno del coma, ma, fuori del corpo che dorme, attende il risveglio e intanto vede tutto.

Si trova, come in un sogno, sul bordo di una desolata piscina, il Kursaal di Ostia, celebre negli anni Sessanta e sperimenta questo attimo di solitaria speranza.

Lui, da solo, gli altri non immaginano neanche.

Lo so, il paragone può sembrare insolito.

Ma quell’atmosfera di speranzosa sospensione, di solitario distacco da tutto, mi riporta, sia ad Hopper sia alla fotografia di Branzi.

L’incontro, in programma al  Complesso del Vittoriano di Roma(Ala Brasini) il prossimo 31 gennaio, nell’ambito della mostra 100 Anni di fotografia Leica in programma fino al 18 febbraio, fa parte del ciclo di appuntamenti Grandi Maestri, Grandi Storie

Il tema sarà: La fotografia tra presente, passato e futuro.

L’incontro del 31 gennaio sarà anche l’occasione per una riflessione sul futuro della fotografia nell’epoca del digitale, un argomento particolarmente caro a Branzi che guarda con diffidenza ma che non rinuncia a comprendere.

Quindi, se vi fa piacere, leggetelo.

Ultima riflessione a proposito del sito. Propongo un sondaggio. Il sito si chiama Scrittore In Viaggio e sto cercando sempre più di differenziarlo dal blog.

Sia per non annoiarvi, sia per una maggiore varietà di offerta dei contenuti con cui vi “stresso”.

Il sondaggio è questo: dal momento che il blog si chiama Scrittore in Viaggio Blog e mi pare possa creare qualche problema di lettura nello scorrimento del lettore, rischiando di confondersi con il sito Scrittore In Viaggio, che ne dite di un nuovo nome per il blog?

Si accettano suggerimenti 🙂

Prometto che sarà l’ultima volta di un cambio di nome 🙂

E grazie sempre della vostra attenzione.

 

 

Annunci

5 pensieri su “Arte e fotografia nelle immagini di Piergiorgio Branzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.