Teologi muti

Ancora parole magiche, ancora Christian Bobin e la sua muta teologia:

 

“Un volto umano, credo di sapere cosa sia: una lettera da decifrare, portatrice di vita o di morte. Viene da lontano. Va stirata. Alcune parole mancano. Ma che cos’è un volto animale?

Ho cominciato i miei studi con i libri e li ho continuati con la lettura dei fiori e delle bestie. Negli occhi roteanti delle mucche ho visto uno stupore che perdona.

La commedia verde dei prati nasconde male il mattatoio e i suoi assassini dalle guance rosse. Nel blu dell’ala delle ghiandaie ho trovato la mia fortuna. I cavalli sono dei nobili di cui non parlo la lingua.

Gli animali sono dei teologi muti. I loro nervi sono le corde del cielo”.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...