La lancinanza

 

Mi fido di me,

di ciò che sono

e che sono diventato

anche quando,

rimango la sciocca parte

di una commedia infranta.

Offro il silenzio,

e la mia storia

alla polvere del tempo,

e mi accorgo

quando sto bene al battito

come un lupo nella tana.

Se c’è il vuoto che ruggisce

o la tempia che si sfalda,

solo il guscio

dei miei pensieri,

mi rilancia

nel cipiglio di una gioia senza senso.

E si fa festa,

perché mi ospito, mi abbraccio,

tra l’incidenza di un ciocco che si accende,

con gli alari,

nella luce, tra vita e solitudine graffiata.

Vedo mio padre coi suoi sorrisi lievi,

vedo l’amore mio venirmi incontro,,

vedo me che vedo loro e tanto basta.

E’ la distanza

che a volte fa una guerra candida.,

in un cielo che sussurra, piano piano,

pensa a te e al tuo sogno di mondo.

Senza appigli,

c’è la breccia delle parole incenerite,

e del sangue,

che batte, forte, sulla pelle,

per non farmi male,

quando, intrappolato, nel ghiaccio di una scrocchiata strada,

il ricordo oscilla, tra il sorriso e la lancinanza,

Nel cammino, separato da ciò che non comprendo,

e che non mi sbenda,

alloggia un grido,

che sfida il cielo, in una notte scalza,

la lancinanza.

fiamme

Annunci

5 pensieri su “La lancinanza

  1. Mi sono trascritta alcune tue incantevoli e profonde parole” Mi fido di me. Di ciò che sono e che sono diventato anche quando rimane la sciocca parte di una commedia infranta.
    Offro il silenzio e la mia storia alla polvere del tempo
    il guscio dei miei pensieri mi rimbomba nel cipiglio di una gioia senza senso. E si fa festa!”
    Penso che tu abbia scritto un capolavoro poetico, frutto non solo di ispirazione, ma anche di un profondo cammino che ti ha condotto a darci questa grande testimonianza.
    Amarsi, amare se stessi significa amare la vita!
    Mi sono molto emozionata quando ci doni la testimonianza di quel grande amore che ti lega a tuo padre. Lo si coglie intensamente
    Mio padre, con il quale spesso ho avuto momenti di forte contrasto( a volte essere così simili, porta a questo), mi ha regalato quella “felicità del silenzio” durante le nostre passeggiate lungo i nostri adorati lidi
    Grazie, infinitamente grazie per questa tua meraviglia
    Adriana

    Liked by 1 persona

    • Grazie a te carissima Adriana delle tue parole chee definire splendide è puramente riduttivo. Sono molto contento e lo dico in maniera semplice e senza retorica alcuna, di questa tua “percezione” di me perché vai direttamente, come sempre, a ciò che io provo a comunicare e che vibra di ciò che sento. Non c’è migliore ricompensa per chi prova a scrivere di riuscire a spargere un pensiero, una riflessione, una possibile comunicazione. Anche e soprattutto nel silenzio. Perché, messo a tacere l’effimero e ciò che distoglie dalla reale essenza, l’ascolto è più intenso, profondo, generatore di vita. Grazie di cuore. Ti abbraccio e ti auguro buona giornata.
      Daniele

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...