Preghiera

Dammi un cuore di pane,

una mano,

un pò di istanti

che frantumino queste ore del terrore.

Dammi un filo d’erba,

fresca fresca,

di mattina,

un fiore

un po’ di nutrimento,

un sudario sacro,

per questo sangue bimbo e grande, di innocenti,

che attraversa il cunicolo di una bestemmia,

stretta in gola.

Dammi un aeropago,

che si faccia vivo, tra spalle e cielo,

e porti all’odio e alla follia, non ravvedimento

ma vita, sotto pelle, in un pugno d’anni.

Dammi questa tua parola,

un suono,

che mi dica,

siamo io e te,

non due mondi ma uno solo,

io vengo si dall’altro,

ma porto il palpito,

di un cuore che non muore,

un battito,

di palpebre, d’amore.

Fai che ogni tanto,

il tocco di ciò non vediamo,

porti, nei secoli dei secoli,

un pò di vastità, di te,

di impazzita e forsennata pace.

Senza navigare morte o nenie alla deriva.

Ma pace e silenzio

del tuo oltremoto mondo

CASTELLUCCIO1-luglio2016

Annunci

6 pensieri su “Preghiera

  1. Una preghiera che desidererei non restasse inascoltata, tale è lo slancio e la spinta per quel bisogno di pace, amore e fratellanza vera , per quel senso di impotenza che ci coglie di fronte ad un’umanità alla deriva. Così sia .

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...