Sfrontata inquietudine

E poi ti prende,

quell’inquietudine sfrontata,

molesta, indisponente,

che straccia,

digrigna e sgretola.

E mi viene da pensare a molte cose.

A mio padre,

a quando era il mio vascello,

il guscio forte,

per i miei riparati stenti.

Oppure alle paure

 a quelle ombre che si frappongono,

aguzze,

tra il mio guardare e il sole,

tra la vita e il respirare,

e non mi fanno, a volte, non sempre,

scorgere,

né l’attimo, né l’amore

che tutto intorno c’è, intorno a me.

Mi arriva in faccia,

d’improvviso,

un facinoroso gelo,

che non è certo un mantra,

è piuttosto, uno sbilanciato vuoto,

un gettito di buio,

una solitudine di nuvole

che non posso dire, non voglio raccontare.

E’ il timore secco,

che ciò che è fragile,

e che non è infinito,

che sento per ciò che amo,

che vorrei tenere sempre a me.

La segreta forza

di ciò che palpita

si fa più misteriosa ancora,

perché rintocca

tra idoli e un ciarpame di mondo inutile,

l’assalto alacre

di una nostalgia che si, è vero, non ha senso

perché non c’è ancora assenza.

E’ paura, è caducità.

Disvelata è la voce del metallo,

è il passo di una sentinella,

è un ignoto ticchettio,

di minuti, di un un tempo che si fa onda tra le rocce,

e non si ferma.

Mi basta, poi, passato questo scombussolamento,

un minimo bagliore che mi spigoli,

e mi disincrosti da questa bruciatura di pensiero,

da questa geldra rumorosa,

che mi fa letargo della gioia, certe volte,

in un sospiro.

Ho desiderio,

di un grumo di stelle e vento che mi dissolva,

dalla prigione di me stesso,

in un singulto rattoppato,

come quando da bambino

con un nonnulla, risorridevo dopo il pianto.

Non è solo lo squarcio di un ricordo,

non è solo l’rrazionale che si fa spazio dentro me.

E’ il suono che sgronda,

l’ignoto che sfessura,

sul presente, sull’infiammazione di ogni giorno che saetta,

ancor di più,

se la sera si fa lunga.

Foto e testi © Daniele Del Moro 2017

solitudo

 

Annunci

13 pensieri su “Sfrontata inquietudine

    • Grazie di cuore cara Alessandra. Le tue riflessioni sono sempre molto importanti per me. Soprattutto quando parli di turbamento e coinvolgimento perché “sento” che hai compreso perfettamente il senso di questa inquietudine. Un grande abbraccio e buona serata

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...