Riprincipiare

 

conoscenza

Riprincipiare.

In queste ore roventi.

In un deserto

dove anche l’Invisibile tace.

Nemmeno una carezza di vento.

Nessuno si aggira.

Solo una evanescente risacca,

un ricordo,

mentre la terra risuona

la sua nenia di tenebra.

E le cime rimangono sole.

Con il cuore che fatica

e si sbriciola.

Teniamoci per mano.

Si faccia avanti

chi fa cuccia col mondo,

chi sorride,

chi accoglie tra le mani

il muso dei gattini.

Si faccia avanti,

chi sa far lievitare il pane,

chi raccoglie le spighe.

Riprincipiare.

Da qui,

da questa promessa.

Tenersi per mano.

Con le gambe intrecciate,

come dopo aver fatto l’amore,

respirando vicini.

Con gli occhi che immaginano vita.

Infinita.

© Daniele Del Moro 2016

Annunci