Un desiderio di luce

Vi propongo una delle mie scrittrici più amate, Simone Weil, in abbinamento ad uno scatto effettuato passeggiando al tramonto a Pralins, nelle meravigliose Seychelles, qualche anno fa. La sera è il momento migliore per aprire il petto e respirare, quasi per fare spazio al cuore, oppresso dalla fatica del giorno. Quella sera, come molte altre volte mi capita al tramonto, mi sono percepito, ho ascoltato la presenza di essere vivo. Il cammino, il profumo del mare, i colori avvolgenti del cielo, mi hanno trasferito oltre. Nel mio mondo immaginario e palpitante di luce e di lampi d’ombra, dove spesso mi ritrovo insieme a scrittori, artisti, filosofi, musicisti del passato. E dialogo con loro, mentre i miei amici animali, sostengono la conversazione nel loro armonioso silenzio. E sono dentro ai miei sogni. Eppure sono lì. “Un tesoro che nulla al mondo ci può sottrarre”…

Il desiderio di luce produce luce.
C’è vero desiderio quando c’è uno sforzo d’attenzione.
E si desidera realmente la luce quando manca qualunque altro movente.
Se anche gli sforzi d’attenzione
rimanessero per anni apparentemente sterili,
un giorno una luce a essi esattamente proporzionale
inonderà l’anima.
Ogni sforzo aggiunge un pò d’oro
a un tesoro che nulla al mondo ci può sottrarre.

Simone Weil

passeggiata

Annunci

L’infinito attimo

It’s better to burn out, than to fade away.
E’ meglio bruciare, che spegnersi lentamente.
Neil Young, My My, Hey Hey

In certi momenti, cogli il fiore dell’eternità.

 

tramonto