Vivi, scansa, schiva, evita

img_20160815_180953

Vivi, scansa, schiva, evita. Il brutto, l’orrore e la volgarità. Per contrastare con una metafisica di bellezza tutto ciò che non lo è. Questa poesia l’ho scritta pensando a quanto sia difficile darsi alla luce, fare maieutica di se stessi. Si parla molto, si ascolta poco. Soprattutto non si riesce a tacitare il rumore esterno ed interno che spesso impedisce di far capire la realtà. Ogni passo verso se stessi è l’aprirsi di una possibilità. Di autentica libertà, di autodeterminazione, di consapevolezza senza illusione. Nella penetrazione dei fenomeni, inebriandosi di questa stessa realtà, senza cedere alla fuga che ogni lenitivo propone. Per rendere il vuoto facile da ricolmare con ogni stupidità. Ecco perché è molto facile fare confusione e proporre l’aternativa del caos, così ammaliatrice. Dare spazio ad una terra nuova e rigenerata, guardare al di là del deserto con occhi ardenti, certi della bellezza, dei colori, di ciò che possiamo sentire, diventando sempre più consapevoli, farsi interpreti di una inerarrabile gioia. Nonostante l’orrore. Cui possiamo opporre con rinnovato vigore solo la nostra speranza e la volontà di non cedere allo sconforto. Queste è per me ardere, seguirmi, cercarmi. Ogni volta rialzarsi e scrollarsi di dosso la polvere, dando fuoco a ciò che è arido. Vita che si rinnova e che provare a farlo sempre. Tentare, agire. Per riprodurre ancora gioia e speranza di essere. Perché, come ricorda Albert Camus, “anche la lotta verso la cima basta a riempire il cuore di un uomo”. Se quest’uomo riesce sempre di più a comprendere che il destino è nel dare luce alla realtà. Il cuore allora vola alto. Anche quando a volta sembra farsi pesante.

 

Vivi, evita, scansa, schiva.

Artiglia l’aria migliore

con uncini splendenti.

Brucia stoppie

e fusti inariditi.

Ardi

e seguiti

in terra rigenerata…

© Daniele Del Moro 2016

Annunci

Un pensiero su “Vivi, scansa, schiva, evita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...